Cerasuola

La Cerasuola è una delle cultivar delle DOP Val di Mazara e Valli Trapanesi; è una varietà diffusa soprattutto nella Sicilia occidentale, nelle province di Agrigento, Trapani e Palermo: in quest’ultima ha la sua massima espressione nel comune di Partinico.
È una pianta molto vigorosa con portamento espanso e alto. La fioritura avviene nella seconda decade di maggio; l’epoca ideale per la raccolta va da metà ottobre a metà novembre.
È una cultivar ricca di polifenoli, antiossidanti che fanno bene al cuore prevenendo i rischi di infarto e che contrastano i radicali liberi aiutando il cosiddetto “colesterolo buono”; sono accertati inoltre effetti biomedici positivi a livello di malattie legate alla senescenza e di arresto della crescita tumorale.
L’olio di Cerasuola si presenta di colore verde-oro con striature dorate e un profilo dal fruttato medio, amaro e piccante medio-intenso, con sensazioni d’erba appena tagliata, di carciofo e di pomodoro. In relazione allo stadio di maturazione le sensazioni odorose di erba fresca, mandorla verde o foglia, tipiche della varietà, mutano sensibilmente.
L’olio di cerasuola è ottimo per condire carni lesse o grigliate, zuppe di legumi, minestroni, insalate, pizza, bruschette.

Nocellara del Belice

Diffusa nella Sicilia occidentale con epicentro nella Valle del Belice, la nocellara è una pianta di modesta crescita e di facile adattamento a condizioni ambientali diverse. La produttività è elevata e costante. L’epoca di fioritura va da fine aprile alla prima decade di maggio.
L’olio che si ricava da questa cultivar presenta un buon aroma di fruttato con buona evidenza di piccante ed amaro; a maturità piena, emergono sentori di pomodoro; nelle aree collinari interne dette sensazioni sono accentuate.
Il colore è verde-bottiglia con pochi riflessi giallognoli; dominanti sono i profumi di foglia di pomodoro e di macchia mediterranea; il sapore esprime freschezza, saporito, pizzica subito e conferma la sua origine siciliana.
L'elevata consistenza della polpa rende i frutti idonei anche alla preparazione di olive verdi in salamoia.

Biancolilla

La cultivar biancolilla deve il suo nome al fatto che la drupa passa dal colorito chiaro dello stato acerbo (verde pisello) a quello più vivace (rosso vinoso) dell'oliva matura.
È una pianta a elevata vigoria; il periodo di fioritura è intermedio (inizio maggio).
L'olio che ne deriva è equilibrato, abbastanza fluido, di colore verde chiaro subito dopo la molitura e giallo paglierino dopo un paio di mesi di decantazione; si presenta fruttato leggero, lievemente piccante, e talvolta con sentori di pomodoro, carciofo, mandorla e erba fresca.

logo